Nuova edizione - N° 215 del 8 maggio 2017
P.A. e imprese alleate contro le bufale

"Vediamo di giocare una partita sulla questione formativa e informativa. Non confondiamo gli strumenti tecnologici con i contenuti e con la capacità critica di saperli distinguere": il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, intervenuto al convegno #bastabufale del 2 maggio scorso alla Camera, ha sollecitato le imprese a non fare pubblicità sui siti che propongono fake news.

Una convergenza tra due mondi, quello della P.A. e delle imprese, che potrebbe portare presto alla definizione di regole certe, che permetterebbero anche alla comunicazione pubblica di non disperdere energie nel rincorrere false notizie che minano la credibilità dell'Ente di riferimento.

Il problema di fondo, infatti, è l'immagine del sistema pubblico e dei suoi rappresentanti che viene sempre più spesso messa in pericolo proprio dalla rapida diffusione di otizie prive di fondamento.

Il leader degli industriali ha aggiunto: "Non intervenire significa costruire una società di rabbia, di rancore, di conflitto. In politica ed economia è importante il valore della credibilità: non ti eliminano fisicamente, ma distrugguno la tua credibilità. Stanno avvelenando i pozzi della società del futuro, verso una società anarchica. Destabilizzare significa ridurre il senso di fiducia".


Claudio Trementozzi




Le ultime uscite
[26.01.2023] - N° 450 »
[13.01.2023] - N° 449 »
[23.12.2022] - N° 448 »
[07.12.2022] - N° 447 »
[24.11.2022] - N° 446 »
[11.11.2022] - N° 445 »
[02.11.2022] - N° 444 »
[26.10.2022] - N° 443 »
[19.10.2022] - N° 442 »
[12.10.2022] - N° 441 »




Copyrights © 2023 Comunicazione Pubblica - tel./fax: 02/67100712 - e-mail: compubblica@compubblica.it
Powered by AnthericaMail